OBIETTIVI

Rete Imprese Balneari Viareggio sarà in grado di proporre strategie di sviluppo per settori/distretti/territori, incentivare le ristrutturazioni produttive e i processi di innovazione delle imprese ad essa apparteneti, per concentrare gli investimenti su tecnologie e servizi ad alto potenziale di crescita economica ed occupazionale, anche attraverso la tautologica implementazione di processi di aggregazione oltre a sostenere partnership tra soggetti pubblici e privati su progetti regionali.

Il "capitale culturale" della Rete Imprese Balneari Viareggio costituisce uno dei suoi tratti identitari più marcati, un elemento che contribuisce alla qualità di vita degli ospiti che accoglie presso le proprie strutture. La conservazione e la riproduzione di questo patrimonio assumono quindi un'importanza fondamentale. La crescita culturale delle imprese ad essa appartenenti consente di creare contesti sociali aperti all'innovazione, predisposti a dialogare con l'esterno e naturalmente portati a creare nuovi network e canali di comunicazione.

Favorire la creazione di sistemi integrati intersettoriali tra commercio, turismo e produzione in grado di convergere nella piattaforma di "Vetrina Toscana".

riposizionare l'offerta di servizi turistici, commerciali e artigianali attivando processi di riorganizzazione e innovazione dei prodotti turistici e della rete distributiva con la definizione di specifici modelli per la creazione e gestione dei "sistemi turistici tematici".

promuovere e sostenere i processi di gestione integrata dei Parchi tematici in relazione all'offerta di servizi turistici, commerciali e culturali qualificati;

favorire l'integrazione commerciale e logistica tra gli assets del turismo toscano.

Attivare in modo diffuso e coordinato l'applicazione di modelli innovativi di gestione delle destinazioni turistiche per coordinare l'offerta indirizzata al turismo congressuale.

Sviluppo dei servizi attraverso il portale turistico regionale mediante il coinvolgimento delle Università toscane a supporto dei flussi turistici di destinazione e adottare modelli coerenti con sperimentazione NECSTouR.

Implementare gli interventi infrastrutturali funzionali allo sviluppo sostenibile e competitivo del turismo, del commercio e della MPI con un approccio fortemente intersettoriale, indirizzando gli investimenti pubblici sia alla qualificazione delle strutture per la valorizzazione dell'offerta turistica, commerciale e culturale, sia alla rivitalizzazione dei centri urbani, stimolando sinergie tra i settori interessati (artigianato tradizionale e di servizio, commercio, turismo, cultura ed agricoltura), con la razionalizzazione dei sistemi di animazione e consulenza nei confronti delle imprese anche con il coinvolgimento dei Centri di Assistenza Tecnica (CAT) e i Centri di Sviluppo Imprenditoriali (CSI Regionali e Territoriali).